Consigli utili per la batteria del tuo PC (e non solo)

Qualsiasi siano le tue preferenze in campo tecnologico, abbiamo qualche semplice consiglio per ottimizzare la durata di utilizzo del tuo portatile.

I laptop ci seguono ormai ovunque: si tratta di veri e propri uffici portatili di cui non possiamo fare a meno come nel caso di chi lavora freelance o smart working ed è stufo di farlo da casa e preferisce raggiungere luoghi più dinamici, sviluppare idee durante un pranzo o gestire una call dalla spiaggia. 

Nessun problema, tutto è possibile. Proprio perché negli anni questa concezione è diventata sempre più popolare, sono tanti i bar e ristoranti che hanno deciso di attrezzarsi di Wi-Fi e prese di corrente multiple. Nascono proprio da qui i primi spazi coworking e che permettono di avere la miglior connessione anche nelle zone più remote della città.

Può capitare, però, di essere in un luogo dove la presa di corrente elettrica non è a portata di mano, o ai più sbadati potrebbe succedere di dimenticare il carica batterie. Come procedere in questo caso ?

Calma e sangue freddo. Siamo qui per fornirti  qualche consiglio per mantenere acceso il pc più a lungo possibile in caso di emergenza, ma anche per ottimizzarne l’utilizzo e la carica in situazioni meno estreme. 


Cose da NON fare

Per aumentare l’autonomia del tuo computer stai alla larga da queste abitudini:

  1. Non scaricarlo del tutto. Considera la batteria del tuo PC come il tuo stomaco: ti  piace sentirti affamato e senza energie per affrontare la giornata? 

Ecco, neanche alla batteria del computer. Quindi evita di usarla fino al completo esaurimento della carica.
Può capitare saltuariamente, ma non deve diventare un’abitudine. Con le batterie agli ioni di litio è preferibile evitare di portarle allo 0%, questo causerebbe una stabilizzazione degli ioni di litio presenti nella batteria che invece necessitano di essere in costante movimento. L'ideale è di caricarle una volta raggiunto il range del 25%, che tendenzialmente corrisponde all’attivazione della modalità “riserva batteria”.

 

  1. Non caricarlo quando non  necessario. La batteria, se non viene utilizzata nell’immediato o troppo frequentemente, richiede una carica ideale che va dal 50% all’80%. Questi sono solo dei consigli, siamo consapevoli che sia una pratica complicata dato il nostro desiderio di avere i nostri dispositivi sempre performanti. 
  1. Non sovraccaricarlo. Da evitare assolutamente, stai lontano dall’abitudine di lasciare il caricatore connesso per intere giornate. Molti dei dispositivi odierni prevedono la cosiddetta ricarica intelligente, una funzionalità che consente di proteggere la batteria da condizioni che possono accelerarne il deterioramento. In ogni caso è preferibile mantenere dei cicli di carica e scarica senza farla oscillare per ore tra il massimo della carica e poco meno. 

 

  • Evitare alte temperature Il calore è un accanito rivale delle batterie. Di seguito alcuni semplici consigli che possono giovare al mantenimento delle batterie. 
  • non usare il dispositivo intensivamente durante la ricarica: è preferibile aspettare prima qualche minuto dalla fine del ciclo di carica affinché la batteria si raffreddi. 
  • Se non è necessario, come nel caso delle cariche notturne, evitare di usare caricatori potenti, l’aumento di energia impiegata implica un iniziale surriscaldamento. 

Cose da fare 

  • Aggiustare la luminosità Per mantenere più a lungo il vostro pc carico una delle cose da fare è regolare la luminosità dello schermo e, nel caso in cui fosse prevista, la retro-illuminazione della tastiera. Quest’ultima è una funzionalità molto utile nel caso in cui si utilizzi il computer in ore notturne, in altri casi non è così necessario e disattivarla comporterà un lieve aumento dell’autonomia del computer.
  • Disattivare le connessioni non necessarie. Questo è lo stesso procedimento che ti consigliamo di eseguire sullo smartphone. Se non li stai utilizzando, è preferibile staccare tutte le connessioni, come Wi-Fi, Bluetooth o, ad esempio, l’Hotspot.
  • Disattivare l’avvio automatico di programmi. Ci sono alcuni programmi per cui non sarà possibile cambiare le impostazioni. Sono i programmi utili all’avvio stesso del vostro portatile o ad esempio quelli inerenti alla sicurezza, tutti gli altri possono essere tolti dalla lista dei software con avvio automatico.
  • Attivare il risparmio energetico. Sembrerà scontato, ma è qualcosa che in pochi prendono in considerazione. La modalità risparmio energetico è prevista da tutti i dispositivi portatili, attivandola nel momento in cui il pc non viene utilizzato aiuta a mantenere alte le prestazioni della tua batteria.
  • Verificare l’eventuale presenza di virus e malware. Questi virus e malware sono dei veri e propri ospiti indesiderati per il dispositivo e, in quanto tali, usufruiranno senza dare nell’occhio della sua energia. Se noti dei seri problemi con la durata della batteria del tuo pc, anche dopo aver applicato i consigli sopracitati, sappi che potrebbe essere proprio a causa di questi ospiti non molto simpatici. 

Niente di impossibile, piccoli accorgimenti che possono prolungare sia la carica quotidiana di una batteria che la sua shelf life.
Non ci resta che dire: lunga vita alle batterie!

 

Articolo di Martina Mercuri

Dejar un comentario

Por favor ten en cuenta que los comentarios deben ser aprobados antes de ser publicados