Batterie al litio: una realtà ecosostenibile?

Le batterie dei nostri cellulari sono sicuramente le componenti più importanti, poiché da esse deriva ovviamente il funzionamento dei nostri dispositivi.

Queste però non hanno una vita lunghissima: ed è per questo che durante in ciclo vitale di un cellulare, per allungarne il funzionamento, si ricorre spesso a cambi di batteria.

Ma è davvero una soluzione ragionevole e giusta?


Quanto costa cambiare una batteria?

Un primo contro sul cambio della batteria è sicuramente il prezzo, ma come mai?

Se fuori garanzia, un cambio batteria può costare dai quaranta ai cento euro, prezzo che varia in base al modello in questione; va da sé che più il modello è recente, più il costo sia elevato.

Ma in linea massima sono questi i prezzi medi che i negozi ufficiali dei grandi marchi, ad esempio i famosi Apple Stores, presentano al pubblico.

Nonostante il prezzo faccia demordere tante persone, cambiare la propria batteria in uno store ufficiale è sicuramente meglio che comprarne una su internet da sostituire da soli: oltre che rischiare di danneggiare il proprio cellulare, la qualità della batteria è nettamente inferiore e cambiarla diventerà poi una consuetudine.


Cambiare la batteria inficia molto sull’ambiente?

Affidarsi a metodi fai da te, come già detto, può portare ad un aumento considerevole di batterie utilizzate e di conseguenza smaltite.

Tutto questo non fa bene all’ambiente: le batterie sono rifiuti speciali e molto difficili da riciclare; inoltre anche la loro fabbricazione non è molto ecosostenibile: i gas serra prodotti per una sola batteria sono davvero notevoli!

Pensiamo ad esempio ad un cellulare la cui prima batteria è arrivata al limite; decidiamo di cambiarla, ma vogliamo che il dispositivo continui a durare nel tempo: una batteria non originale acquistata su internet, dal valore di poche decine di euro, anche se trattata bene non durerà più di 6/7 mesi. Se si vuol far durare il dispositivo in questione per altri due o tre anni, le batterie acquistate e poi gettate saranno circa cinque o sei.

Con questo modus operandi la risposta non può che essere una: cambiare batterie incide in maniera considerevole alla salute dell’ambiente.



Possono un cellulare e la sua batteria essere considerati ecosostenibili?

La risposta a questa domanda non è del tutto scontata, perché una possibilità di considerare cellulari e batterie ecosostenibili c’è eccome.

Sicuramente aver cura di come si utilizza e soprattutto come si carica un cellulare dall’inizio del suo ciclo vitale ha un’importanza enorme: se di base la batteria ha una vita media di un anno e mezzo o due, con giusti metodi la si può allungare anche a due anni sicuri se non qualcosa in più.

Optare per batterie originali, nonostante il prezzo, è sicuramente meglio che scegliere batterie di dubbia provenienza: hanno sicuramente un ciclo vitale più lungo e non ci porteranno a cambiare dispositivo dopo solo pochi anni.

 

Articolo di Martina Migliaccio

Laissez un commentaire

Veuillez noter que les commentaires doivent être approuvés avant d'être affichés