Ridurre gli sprechi in casa: ecco come!

Consigli per risparmiare energia tra le mura domestiche

L’energia è alla base della vita. Per un essere umano è ciò che gli permette di muoversi, respirare, vivere. Per una macchina è ciò che rende possibile i suoi processi produttivi e quindi, funzionare. Insomma tutto esiste o funziona se mosso dall’energia e noi, spesso, la diamo per scontato.

Il tema della ecosostenibilità, sempre più ricorrente nella società attuale, ha già attivato molteplici percorsi mirati al risparmio energetico e all’utilizzo di fonti rinnovabili. Ma non dimentichiamo che la sostenibilità parte all’interno delle mura domestiche, parte dalle scelte quotidiane di ognuno di noi. Bastano dei piccoli accorgimenti per ridurre gli sprechi e perché no, alleggerire la spesa sulla bolletta.

 

Cosa fare per non sprecare energia in casa?

I dati di settore dimostrano che gli sprechi di energia in Italia superano gli 8 miliardi di euro annui, e il 30% di questi è in ambito domestico (Censis). Le pratiche per ottimizzare l’energia in casa e ridurre gli sprechi, non richiedono grandi conoscenze tecniche, ma un pò di attenzione ai gesti di ogni giorno. 

 

Spegnere le luci

Se lasciamo una stanza o se abbiamo finito di usare un elettrodomestico, ricordiamoci di spegnere le luci e i nostri apparecchi elettrici, compresa la lucina dello stand-by. Risparmiamo energia e allunghiamo la vita delle componenti elettriche. Anche lo sportello del frigo non deve stare aperto più del dovuto e il freezer sbrinato se necessario.

 

Scegliere lampadine a risparmio energetico

Se non possiamo sfruttare i punti luce naturali di un’ambiente, utilizziamo luci al LED. Ci permettono di scegliere il colore e l'intensità, garantendo una corretta illuminazione e risparmiando fino a 40 euro al mese rispetto alle tradizionali lampadine, ovvero il 73% dei consumi.

 

Abbassare il termostato

Abbassando la temperatura di un solo grado, possiamo ridurre il nostro consumo energetico fino al 5%, senza sentire la diminuzione del calore nella stanza.

 

Controllare gli spifferi

In un’abitazione si perde fino al 50% del calore a causa degli spifferi che entrano da porte e finestre. Possiamo facilmente verificare mettendo le mani lungo le guarnizioni e rimediare utilizzando sigillanti, stucchi o para spifferi. Essenziale è provvedere a isolare al meglio casa nostra.

 

Ottimizzare il bucato

La lavatrice è di sicuro uno degli elettrodomestici che può consumare più energia. Organizziamo il bucato in modo da ottimizzare il ciclo di lavaggio e soprattutto utilizziamo la lavatrice a pieno carico. Anche le asciugatrici consumano moltissimo, scegliamo sempre di stendere la biancheria all’ aria aperta, se possibile.

 

Investire nella strumentazione elettronica di qualità

Spendere un pò di più e investire in elettrodomestici di ultima generazione, ci porterà nel tempo ad un risparmio di energia e denaro.

 

Utilizzare energia da fonti rinnovabili

L’installazione di pannelli fotovoltaici o turbine eoliche, può aiutarci a risparmiare in termini di costo ed energia, oltre a rendere autonome le nostre abitazioni.

 

Cura e Manutenzione 

L’ efficienza è il concetto chiave del risparmio. Bisogna sempre fare attenzione allo stato di usura dei nostri apparecchi elettronici e intervenire in caso di malfunzionamento. Per fare un esempio un rubinetto che perde acqua spreca abbastanza energia in una settimana da poter riempire metà vasca da bagno di acqua calda.

La tutela dell’ambiente è un obiettivo che si persegue soprattutto con i piccoli gesti, con azioni all’apparenza irrilevanti ma che sommate, salvaguardano le risorse naturali del pianeta, limitando i cambiamenti climatici e consentendo una distribuzione equa di energia tra la popolazione mondiale, rafforzando l’economia e migliorando le qualità della vita di ognuno di noi.

 

Articolo di Joyce Donnarumma 

 

 

Fonti

tgreen.it

ondapiu.it

onova.it

 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione